Un momento prezioso

Un Semplice Tour a Milano e Treviso

Di Matteo De Simone

E così mi ritrovo a scrivere il report delle ultime due date in furgone, sfrecciando in autostrada verso la prossima. È stata una settimana intensissima e chiedo scusa a tutti se non sono riuscito a farlo prima. Ma ora, al calduccio nell’abitacolo, sotto il cielo bianco padano, cupo ma innocuo, mentre gli altri sonnecchiano (a parte Boe, che guida) sembra il momento ideale per recuperare. Quindi in diretta dal furgone, ecco a voi E’ Solo Un Viaggio #4: Milano e Treviso.

MILANO – Il Serraglio, 24 novembre.

Il Serraglio, nuova creatura del clubbing milanese, sorto dalle ceneri della storica Casa 139, è perfetto per un buon concerto rock. Acustica ottima, palco di livello, impianto potente e ben calibrato e capienza “giusta”. Purtroppo non si rivelerà il nostro concerto milanese più partecipato: è giovedì e siamo in pieno alluvione. Ma ormai, dirò la verità, non ci importa più niente delle variabili. Siamo lì, contenti di esserlo, felici di fare ancora una volta un concerto a Milano organizzato dai nostri amici Distratti. Felici di suonare a prescindere, concentrati sul farlo bene di fronte a qualunque platea e su qualunque palco. Il pre concerto trascorre sereno nel backstage. Una breve video intervista, chiacchiere tra di noi. Si sta creando un bel clima in questo tour, siamo tutti molto presi da un solo obiettivo: stare bene, suonare bene, tornare a casa soddisfatti. Che è forse il modo migliore per far uscire soddisfatti anche voi alla fine del concerto.
Personalmente posso dire che quello di Milano è stato il primo live davvero ben riuscito di questo tour. Non abbiamo solo cercato di suonare bene, ma ce lo siamo finalmente goduto davvero. Complice anche un pubblico spettacolare, appassionato, reattivo, entusiasta. Ci avete fatto sentire preziosi, abbiamo vissuto un momento prezioso insieme a voi. Intimo come è raro che accada quando ci si trova in pochi in un locale grande. Ma è successo e l’assalto al banchetto è stata la prova definitiva: esaurite le scorte di dischi per due date.
Splendido anche lo staff del Serraglio e il mitico Roberto, con il quale ho avuto la fortuna di attardarmi a parlare di musica, di questi anni, dello showbiz, del successo, delle priorità nella vita. Grande serata. Grazie del calore, dell’affetto, di esserci stati. Un applauso anche ai simpatici e bravi L’introverso che hanno aperto la serata.

TREVISO – CSO Django, 25 novembre.
E fu così che arrivammo a Treviso senza dischi, toccando un nuovo traguardo in anni di onorata carriera da disorganizzati cronici. Il Django è un bellissimo centro sociale che cerca di fare politica attiva, creare partecipazione, coinvolgere la comunità sui temi importanti. Arriviamo un po’ in ritardo e veniamo accolti con gentilezza dai ragazzi di Sisma che organizzano la serata live. Siamo contenti perché la serata contiene una coincidenza che abbiamo scoperto solo all’ultimo minuto: prima di noi, in un’altra sala ci sarà un dibattito condotto da nientepopodimenoche… Pierpaolo Capovilla e Piero Cipriano, sul tema del Trattamento Sanitario Obbligatorio. Uscendo dal check ci imbattiamo proprio in Pierpaolo, appena arrivato. Non lo vediamo da un po’ e lo troviamo in superforma. Allegro, di buonumore, completamente sobrio e caloroso. Mi abbraccia e subito mi dice: “Mi hanno chiesto di scegliere un gruppo e un brano dello stesso gruppo uscito nel 2016 per analizzarli in una trasmissione radio e… Ho scelto voi”. È felice di dirmelo, di farmi piacere nel dirmelo. Ed è commovente come Pierpaolo continui a starci vicino in piccoli modi, ormai da anni. Dopo cena assistiamo al dibattito assiepati al freddo fuori dalla sala gremita e con Federico non possiamo che condividere lo stesso pensiero: magnifico. Pierpaolo ha una capacità di coinvolgimento enorme, comunica positività, propulsività, sentimenti alti, coraggio, indignazione, sete di giustizia. Ha il dono del magnetismo, della lucidità di pensiero, una solidissima cultura del ragionamento e animalesco istinto per la retorica. Insomma uno spettacolo. Mentre tremo al freddo rapito mi sento toccare la spalla ed è Franz Valente del TDO. Si è trasferito a Treviso da un po’ e così ci raccontiamo un po’ di vita confrontando Torino e Treviso con Trieste, sua città di origine.

Ma arriva il momento di unirci al pubblico che affolla la sala concerti. Gli Hope You’re Fine Blondie Stanno già suonando e presentano il loro nuovo disco prima di noi. Concordiamo che sono bravi. Vanno un po’ lunghi con la scaletta, ma glielo perdoniamo… Anche perché c’è un clima fantastico che ci porta indietro ai nostri anni ’90 quando metà dei concerti andavi a vederli al centro sociale (a Torino c’erano il Gabrio, El Paso, L’Askatasuna ad esempio). Un palco grezzo e verace, una sala spoglia e sgangherata e la voglia di sudare. Così esce fuori il quinto live di Un Semplice Tour: cuore, carica a mille, disinvoltura finalmente piena (che mi porta a franare sulla batteria) e Capovilla di nuovo sul palco con noi per Il Vento. Anche qui calore, affetto, passione da parte vostra che avete fatto il resto. Grazie a tutti, anche a chi ha comprato il disco “sulla fiducia” lasciandoci il proprio indirizzo. L’avete ricevuto? ;)Un abbraccio a tutti. 💜 Ora proseguiamo il viaggio verso Chiaravalle (AN). Vi aspettiamo stasera all’Isola Club! 

PS: Stasera ci sono i nuovi dischi!

Foto Milano: Matteo Sarzi Madidini

Foto Treviso: Daniele Cappe Cappelletto, Roberta Martinuzzi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...